Giambellino Calling


iniziativa attività

L’iniziativa Giambellino Calling, organizzata il 7 novembre nel quartiere, ha rappresentato la fase conclusiva del processo partecipativo: una chiamata alla città e ai soggetti istituzionali per presentare e discutere i contenuti della proposta elaborata nel corso di un anno. L’iniziativa è stata quindi un’occasione per riflettere sulle potenzialità inespresse della periferia e l’invito alla partecipazione è stato allargato anche a tutti i comitati e associazioni operanti in altre periferie milanesi con l’intento di diffondere alcune buone idee e pratiche sul territorio.

Durante la giornata è stata inaugurata la piattaforma del mercato, realizzata da G124 con il supporto dell’Assessorato al Commercio e del Consorzio Commercianti, con il nuovo passaggio-affaccio sul parco come innesco e avvio del progetto per portare attività che connettano il mercato con l’area verde e gli altri servizi che vi si affacciano.

L’organizzazione dell’iniziativa ha coinvolto tutti i soggetti che hanno partecipato alla progettazione, con l’obiettivo di prefigurare concretamente le nuove funzioni e attività contemplate nel progetto e sperimentare una collaborazione e una condivisione di spazi da parte dei principali servizi; inoltre l’iniziativa ha costituito un’occasione per dar spazio e presentare il lavoro quotidiano degli operatori nel quartiere e per mettere in rete le esperienze locali con altre realtà cittadine.

locandina A3

Le attività, dislocate in diversi punti del quartiere (il parco, il mercato, i cortili), intercettavano gli interessi di diverse fasce d’età.

Nel Laboratorio di Quartiere si sono svolte al contempo una mostra iconografica della storia del Giambellino e una giornata di concerti hip-hop, scrittura creativa e writing rivolta ai giovani.

Al mercato si è inaugurato il progetto “Mercato Lorenteggio” come contenitore di iniziative sociali collaterali alla funzione commerciale (commercio a responsabilità sociale) con corso di uncinetto creativo (torna la metafora del rammendo), aperitivo con prodotti a km0 e dj-set negli spazi in cui è stato allestito il progetto G124.

Nel parco l’associazione Comunità Nuova ha portato l’unità mobile dello sport che ha proposto diverse attività da svolgersi all’aria aperta con attrezzature molto semplici: basket, pallavolo, danza, ping-pong.

Nei cortili sono stati presentati i risultati della diagnostica effettuata sugli edifici residenziali e il manuale “Piccoli consigli per il Rammendo”.

In questo modo si è tentato di agganciare al progetto persone di diverse età, provenienze, culture e interesse, di offrire loro un’occasione di conoscere il quartiere, vederlo con occhi diversi e avvicinarsi ai temi del G124.

Con Giambellino Calling si è quindi presentato alla città un progetto da attraversare, passando per i cortili ed entrando nei luoghi più significativi per la vita degli abitanti, da ascoltare, parlando con le associazioni che hanno presentato il loro lavoro, da vivere, facendo sport nel parco, da gustare al mercato comunale, da guardare nella presentazione del lavoro del G124.

Articolo di Chiara Valli

Questo slideshow richiede JavaScript.


Torna Su

Annunci