Mappa tematica

inquadramento MI2

L’inquadramento sulle periferie milanesi parte da dati quantitativi sulla popolazione suddivisa per Zone e in particolare sulla rappresentatività e distribuzione del dato relativo alle fasce sociali considerate più fragili e bisognose di servizi specifici: per età (anziani e adolescenti) e per nazionalità.

Il dato riferito alla zona è stato scorporato e rapportato all’unità urbana del quartiere e riportato nelle schede a seguire: il dato relativo alla densità edilizia (abitanti su kmq) è servito a differenziare le periferie per tipologia edilizia più diffusa (periferie ad alta o media densità, periferia storica e recentemente gentrificata).

La tipologia edilizia prevalente condiziona fortemente gli spazi urbani e il modo di utilizzarli da parte degli abitanti: per fare un esempio le periferie assimilabili alla categoria ad alta densità presentano problematiche simili connesse alle tipologie edilizie presenti (edifici torre in relazione a grandi spazi aperti o piastre indifferenziate, tecnologie di prefabbricazione utilizzate a partire dagli anni ’70).

Questo dimostra come le relazioni tra costruito e intorno, le tipologie abitative, la dislocazione dei servizi, influenzino notevolmente la qualità della vita dei cittadini e permette di individuare problemi trasversali e soluzioni esportabili in zone diverse della città.

Articolo di Chiara Valli

legenda mappa tematica

legenda

Annunci